Blog

La formazione periodica per amministratori di condominio è introdotta come obbligatoria dalla legge n°220/2012, modificata dal DL 145/2013

Aggiornamento amministratore condominio: si avvicina la scadenza per il 2019

Aggiornamento amministratore condominio: si avvicina la scadenza per il 2019

La formazione periodica di aggiornamento amministratore condominio è introdotta come obbligatoria dalla legge n°220/2012, modificata dal DL 145/2013. La legge che poi ha regolamentato nello specifico le modalità di adempimento dell’aggiornamento formativo è il DM 140 del 9 ottobre 2014.

Il DM, all’art 5, comma 2, precisa che:

Gli obblighi formativi di aggiornamento hanno una cadenza annuale. Il corso di aggiornamento ha una durata di almeno 15 ore e riguarda elementi in materia di amministrazione condominiale, in relazione all’evoluzione normativa, giurisprudenziale e alla risoluzione di casi teorico-pratici”.

Appurata la necessità di aggiornamento annuale, la domanda posta da molti è: qual è la data di scadenza per adempiere all’obbligo ogni anno?

Alcuni fanno coincidere la scadenza con la data di entrata in vigore del decreto, ovvero il 9 ottobre. Per cui gli amministratori seguendo questa interpretazione avrebbero dovuto espletare la formazione obbligatoria entro l’8 ottobre, ogni anno.

Il legislatore in realtà non ha espresso questa necessità, poiché la norma parla di obbligo formativo “ a cadenza annuale”.

L’interpretazione più accreditata, visto il vuoto legislativo, è quella che fa coincidere l’ipotetica scadenza con quella dell’anno solare. Pertanto, ogni amministratore dovrebbe effettuare un corso di aggiornamento all’anno, entro il 31 dicembre di ciascun anno di attività. Questa interpretazione è la più accreditata in quanto è quella scelta anche dalle categorie di liberi professionisti iscritti all’albo, e obbligati all’aggiornamento formativo (architetti, geometri etc).

Ma cosa succede se l’amministratore non adempie al suo obbligo di formazione periodica?

Il mancato aggiornamento fa si che la sua nomina sia nulla: ogni condomino potrà ricorrere all’Autorità Giudiziaria per vederla invalidata.

Per l’anno 2019, dunque, l’aggiornamento per l’amministratore di condominio è ancora possibile se effettuato e concluso entro dicembre. Si ricorda che gli unici corsi validi sono quelli organizzati seguendo il disposto del DM 140 e autorizzati dal Ministero di Giustizia.

⇒ Per informazioni sui nostri corsi potete consultare il nostro sito a questo LINK


 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.