Blog

Articolo 1136 codice civile: validità delle delibere in assemblea

articolo 1136

Articolo 1136 codice civile, quanto è fondamentale per le delibere assembleari?

Secondo l’articolo 1136 del codice civile l’assemblea può definirsi costituita regolarmente quando vi sia la partecipazione di un numero di condomini che rappresenti i due terzi del valore di tutto il condominio e la maggioranza dei partecipanti all’assemblea.

Si intendono infatti approvate le delibere che vengono rappresentate dalla maggioranza degli intervenuti con almeno la metà del valore dell’edificio.

Se l’assemblea alla prima convocazione non ha numero tale da poter deliberare, si deve convocare una seconda assemblea entro 10 giorni successivi alla prima.

L’assemblea in seconda convocazione si intende regolarmente costituita se partecipano un numero di condomini rappresentativo di almeno 1/terzo del valore dell’edificio e un terzo dei partecipanti del condominio.

La delibera però è confermata e valida solo se approvata dalla maggioranza dei condomini intervenuti e il numero di voti ricevuti rappresenti un terzo del valore dell’intero edificio.

Le delibere relative a nomina o revoca di amministratore o relative a liti attive e passive o materie che vanno fuori dalle competenze dello stesso amministratore, così come quelle relative a ricostruzione di edificio o riparazioni di grossa entità, così come le delibere di cui all’articolo 1117-quater , 1120 , secondo comma e 1122- ter e 1135 terzo comma , per essere approvate abbisognano con la maggioranza stabilità dal secondo comma dell’articolo 1136 del codice civile.

Tutte le delibere esposte nell’articolo 1120 primo comma e articolo 1122-bis , terzo comma, per essere approvate abbisognano di un numero di voti pari alla maggioranza degli intervenuti con almeno i due terzi del valore dell’edificio.

Quando l’assemblea può definirsi valida?

Per definirsi valida l’assemblea deve essere costituita in prima convocazione da rappresentati di almeno due terzi del valore dell’edificio e la maggioranza dei partecipanti del condominio. Qualora l’assemblea non possa deliberare perché non presente il numero legale valido per la delibera, si rinvia ad una seconda convocazione. L’articolo 1136 del codice civile si esprime sulla seconda convocazione per cui per essere considerata valida è necessaria la presenza di un numero di condomini pari ad un terzo del totale e che rappresentino un terzo del valore dell’edificio.

Quando le delibere possono essere considerate valide?

Le delibere sugli ordini del giorno possono essere considerate valide con la maggioranza degli intervenuti e almeno metà del valore dell’edificio, in prima convocazione.

In seconda convocazione invece con votazione della maggioranza che rappresenti almeno un terzo del valore dell’edificio.