Blog

Cappotto termico ed eCobonus 110% come fare?

cappotto termico

Cappotto termico, rientra nel nuovo ecobonus 110%?

Il decreto legge del 19 Maggio da il via al Superbonus 110%, valido per alcuni lavori decisamente importanti, anche se la cessione del credito sarà gestita su più lavori.

nel caso del cappotto termico andiamo a toccare proprio uno dei punti principali del Superbonus 110% cioè la coibentazione.

Come funziona dunque il Superbonus?

In pratica viene ceduto direttamente all’impresa in 5 rate annue, in cambio di uno sconto in fattura da parte dell’impresa o di una fattura azzerata.

Quali attività sono agevolate?

Sono agevolate le attività di isolamento termico su superfici verticali od orizzontali che coprano più del 25% della superficie di dispersione.

La detrazione va calcolata su una soglia minima di spesa di 60.000 euro, per unità immobiliare coinvolta, inoltre tutti i materiali che saranno utilizzati per i cappotto termico devono rientrare nel decreti abientali minimi di cui al DM 11 ottobre 2017.

Il Superbonus è riconosciuto per tutte le abitazioni fatta eccezione per le seconde case.

Nel caso di condominio non è possibile fare distinzione tra prima casa e seconda casa, coinvolgendo l’attività tutto l’edificio.

Inoltre ci sono molte tipologie di cappotto termico che si possono applicare e per le quali il tecnico deve capire se il tutto riesce a rientrare o meno del Sisma bonus 110%.

Vediamo insieme quali possono essere le varie tipologie di coibentazione:

Isolamento in intercapedine

Questo è necessario qualora l’edificio sia realizzato con una doppia fila di mattoni in laterizio, e in questa doppia fila di mattoni si crea una infiltrazione d’aria. Per contrastare questa infiltrazione diventa dunque necessario inserire del materiale isolante all’interno delle intercapedini, attraverso insufflaggio.

Isolamento a cappotto interno

Necessario per quel tipo di immobile, tipo condomini o soggetti a vincoli architettonici per i quali non è possibile intervenire sulla facciata esterna.

Quindi è necessario coibentare dall’interno nei seguenti modi:
– contropareti preaccoppiate con pannello isolante
– controparete autoportante

Isolamento a cappotto esterno

L’isolamento a cappotto esterno è la scelta più adatta ad unità abitative non soggette a vincoli architettonici e per edifici di nuova costruzione.

Si agisce con del materiale a pannello isolante, e la scelta di quest’ultimo è determinante nella riuscita della coibentazione .In pratica sarà il pannello isolante ad essere applicato sulla facciata esterna dell’abitazione.

C’è una alternativa ai metodi di isolamento di cui abbiamo parlato?

Ci sono alcune alternative,alcune molto valide, come ad esempio:

  • pannelli isolanti a basso spessore in fibre tessili
  • termointonaci
  • mattoni isolanti
  • mattoni in calcestruzzo cellulare
  • mattoni in materiali biocompatibili