Blog

Il condominio è obbligato ad avere un codice fiscale. Sebbene infatti non svolga attività rilevanti ai fini IVA, ha comunque molteplici obblighi fiscali

Codice fiscale del Condominio

obblighi-fiscali-condominio

Il condominio è obbligato ad avere un codice fiscale. Sebbene infatti non svolga attività rilevanti ai fini IVA, ha comunque l’obbligo fiscale di dotarsi del codice. In questo caso infatti il codice fiscale serve ad individuare il contribuente.

Il condominio infatti non è persona giuridica, tuttavia è chiamato ad assolvere determinati obblighi fiscali:

  • Presentare del 770
  • Effettuare le ritenute d’acconto per le fatture pagate a fornitori ed appaltatori
  • Versare le ritenute con F24
  • Certificare le ritenute con CU annuale del condominio

La richiesta deve essere presentata all’ Agenzia delle entrate con apposito modello. L’amministratore di condominio è legittimato alla presentazione, cosi come ogni condòmino in caso non vi sia un amministratore eletto.

Il rilascio del codice fiscale è gratuito ed avviene normalmente in maniera contestuale alla richiesta.

Nel caso in cui il condominio tramite l’assemblea deliberi il cambio del proprio amministratore, sarà necessario procedere alla variazione del codice fiscale. La modifica è infatti obbligatoria e deve essere richiesta dall’amministratore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.