Blog

Il 30 giugno è scaduto il termine per l’adeguamento all’obbligo sancito dal 2014 in materia di contabilizzatori di calore.

Contabilizzatori di calore: al via i controlli

Contabilizzatori di calore: al via i controlli

Il 30 giugno è scaduto il termine per l’adeguamento all’obbligo sancito dal 2014 in materia di contabilizzatori di calore. La normativa prevede infatti che nei condomìni con riscaldamento centralizzato siano obbligatoriamente installati contatori individuali. Da pochi mesi sono quindi partire le ispezioni sui contabilizzatori di calore e le sanzioni per i proprietari inadempienti.

Il sistema di contabilizzazione consente ai singoli individui di pagare solo il riscaldamento realmente consumato. Su ogni calorifero, dunque il proprietario è tenuto a installare dei contabilizzatori di calore e delle valvole termostatiche, con lo scopo di misurare il consumo e regolare la temperatura.

Le tempistiche di adeguamento variano da regione a regione. L’installazione dei contabilizzatori di calore consente inoltre di raccogliere dati utili ad analizzare l’efficienza dei condomini, e di conseguenza andare ad agire sulle dispersioni causare da tetto, facciate o finestre. Solo Toscana ed Emilia-Romagna hanno centralizzato le attività; le altre regioni hanno infatti delegato l’attività di controllo ai comuni con più di 40mila abitanti.

Le sanzioni per il mancato adeguamento vanno da un minimo di 500 ad un massimo di 2500 euro. Al momento risulta che l’adeguamento è stato attuato solo sul 50% degli immobili.

Le spese effettuate entro il 31 dicembre 2016 sono detraibili nella misura del 50%. La detrazione aumenta al 65% se l’adeguamento è contestuale ad un intervento che comporta un aumento dell’efficienza energetica.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.