Blog

Ecobonus e bonus casa: proroghe per il 2019 e attivazione del sito ENEA

Ecobonus e bonus casa: proroghe per il 2019 e attivazione del sito ENEA

Il Governo ha inviato a Bruxelles il documento programmatico di bilancio 2019, il quale prevede la proroga al 31 dicembre 2019 del bonus ristrutturazione del 50% e dell’ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia quelli detraibili al 65% che quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota è scesa dal 65 al 50% (infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione almeno in Classe A e caldaie a biomassa).

Sono prorogati al 2019 anche il bonus del 50% per mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata, finalizzati all’arredo degli immobili oggetto di ristrutturazione e il bonus verde del 36%.

Nella nuova manovra di bilancio potrebbero essere modificati alcuni criteri. La bozza di decreto del Ministero dello Sviluppo Economico per l’Ecobonus, introduce dei massimali specifici di costo per singola tipologia di intervento. Si tratta di una spesa onnicomprensiva, che include: l’Iva, le prestazioni professionali e le opere complementari relativi all’installazione e alla messa in opera.

Vi riportiamo alcuni esempi dei nuovi massimali di costo:

  • Sostituzione di una finestra in zona climatica A, B o C: sarà ammessa alla detrazione una spesa fino a 350 euro al metro quadro (450 euro per le zone climatiche D, E ed F). Se il costo dei lavori supera i 350 euro a metro quadro, la parte eccedente non sarà conteggiata ai fini della detrazione.
  • Installazione di schermature solari: scenderebbe a 15mila euro il tetto massimo della detrazione (il limite fino ad ora era di 60mila euro)
  • Isolamento di una copertura interna: potrà essere detratta una spesa massima di 100 euro per metro quadro (200 euro al metro quadro per l’isolamento di una copertura esterna). Nel caso in cui i lavori costino più di 100 euro a metro quadro, la parte eccedente non sarà detraibile.

Ricordiamo inoltre che dal 21 novembre 2018 è attivo il sito ENEA https://ristrutturazioni2018.enea.it/ dedicato alla trasmissione dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che beneficiano del bonus ristrutturazioni ma comportano anche risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.

Il portale, a cui trasmettere le informazioni per usufruire della detrazione fiscale del 50%, consente esclusivamente l’invio delle dichiarazioni i cui lavori sono completati nell’anno 2018.

La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni decorrerà dal 21 novembre 2018.

L’ENEA, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Entrate, ha messo a disposizione di tutti la “Guida rapida alla trasmissione” con tutte le informazioni necessarie per l’invio dei dati. Per maggiore chiarezza, inoltre, ha elencato tutti gli interventi soggetti all’obbligo di invio:

  • serramenti comprensivi d’infissi;
  • coibentazioni delle strutture opache;
  • installazione o sostituzione di impianti tecnologici tra cui collettori solari, generatori di calore con caldaie a condensazione, pompe di calore, sistemi ibridi, microcogeneratori (Pe<50kWe), scaldacqua a pompa di calore, generatori di calore a biomassa, sistemi di contabilizzazione del calore, sistemi di termoregolazione e building automation e impianti fotovoltaici;
  • elettrodomestici, solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017, come: forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *