Blog

Parcheggio davanti al proprio box di condominio: si può?

garage

Lo spazio antistante al box auto può essere condominiale oppure pubblico. Analizziamo entrambe le casistiche:

  • Spazio condominiale: in questo caso si tratta di una parte comune, di conseguenza non può essere occupata da un solo condomino. Il regolamento del condominio, però, può stabilire che il suolo antistante il box auto sia liberamente utilizzabile dal proprietario del garage stesso: in questo caso il condomino potrà sostare liberamente. Nel caso in cui il regolamento escluda espressamente o non contenga nessuna indicazione in merito, il predetto spazio va considerato comune, e può essere utilizzato da tutti i condomini, senza pregiudicare i diritti degli altri. Il condomino può inoltre chiedere l’autorizzazione all’assemblea condominiale, la quale può concedergli di sostare con la sua seconda vettura davanti al box auto di proprietà.

 

  • Spazio pubblico: in questo caso, di norma, la sosta non è ammessa. Il proprietario che affigge il cartello di passo carrabile davanti al proprio box, non è autorizzato a sostare davanti alla sua proprietà. Il passo carraio, che spesso viene richiesto per i box che si affacciano sulla strada pubblica, evita che chiunque sosti davanti all’entrata. Il proprietario paga un canone all’ente proprietario della strada – solitamente il Comune – che gli consente di entrare ed uscire liberamente dal locale con i propri veicoli. Lo spazio antistante il garage resta comunque pubblico, di conseguenza il proprietario non ha l’uso esclusivo della sosta in quel tratto di strada. Il titolare della licenza di passo carrabile ha solo il diritto di transito per accedere ed uscire dal locale, poichè il suolo non è di sua proprietà.

 

In conclusione, il condomino può parcheggiare davanti al proprio box auto solo se il regolamento condominiale lo preveda, oppure se l’assembla condominiale accetta la sua richiesta esplicita.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.