Blog

Servono dei permessi per dipingere le pareti di casa?

pareti

Il Testo Unico dell’Edilizia 380/2001 e il glossario allegato al decreto ministeriale del 2 marzo 2018, non prevedono permessi per poter dipingere le pareti interne di un’abitazione in condominio, in quanto si tratta di manutenzione ordinaria.

La comunicazione obbligatoria all’amministratore si deve effettuare solo per gli interventi pregiudizievoli della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio.

Nel caso in cui i regolamenti comunali definiscano in maniera differente l’intervento di pitturazione, prevale sempre la definizione di manutenzione ordinaria contenuta nel Testo Unico, indicata dall’art. 3, comma 2.

Il glossario allegato al decreto ministeriale del 2 marzo 2018, in vigore dal 22 aprile 2018, ritiene la pitturazione come un’opera di manutenzione ordinaria, che non prevede autorizzazione, sia per le pareti interne che per quelle esterne (come avevamo specificato in questo articolo).

L’articolo 1122 del codice civile prevede che “Nell’unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all’uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all’uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino un pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell’edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all’amministratore che ne riferisce all’assemblea.”

Di conseguenza il condomino dovrà comunicare all’amministratore l’avvio dei lavori nella parte di proprietà esclusiva o destinata all’uso individuale solo se l’opera incide sulla sicurezza, la stabilità e il decoro dell’immobile. Se la tinteggiatura riguarda le pareti del suo appartamento la comunicazione non è necessaria.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *